Veteconomy oggi a Palazzo Trecchi

Prospettive e strategie per uno scenario di trasformazioni senza precedenti: le aziende del comparto veterinario si confrontano oggi a Palazzo Trecchi sulla Vet Economy. L’incontro è promosso da EV e da ANMVI. In sala, oltre 130 rappresentanti dell’industria e della distribuzione farmaceutica, mangimistica e delle attrezzature.

Con una accelerazione senza precedenti, numerose innovazioni – regolatorie e di processo- stanno investendo tutte le attività – professionali e aziendali- che agiscono nella Vet Economy. Lo scenario richiede di capacità di intervento, governance condivisa e garanzie di tenuta economica del comparto.

Ne discutono oggi nella sede cremonese di Palazzo Trecchi i vertici di Aisa (Arianna Bolla, Presidente), Ascofarve (Roberto Rebasti, Presidente), Assalco (Gianmarco Ferrari, Presidente), Amici di Casa Coop (Luca Bussolati, Direttore), invitati dai Presidenti di EV (Antonio Manfredi) e di ANMVI (Marco Melosi).
Intervengono: Carlo Scotti e Massimo Baroni (rispettivamente AD e Consigliere del Cda di EV Soc Cons arl) e Daniele Gallo (Presidente SIVAR). In sala, oltre 130 dirigenti aziendali di tutti i settori del mercato veterinario.

Alcuni temi del confronto proposti oggi alle aziende partner invitate: tracciabilità e ricetta veterinaria elettronica, uso prudente del medicinale veterinario, nuovi regolamenti europei (Animal Health Law, Controlli ufficiali, Mangimi Medicati, Medicinali Veterinari) Veterinario Aziendale, classificazione e certificazione degli allevamenti.
E ancora: la pressione del Fisco e quella del risparmio, l’esigenza di accesso al pubblico e le regole pubblicitarie della professione e dei prodotti, l’avvento di nuovi modelli di business e delle corporates.

Inevitabili cambiamenti, di grande portata come questi, chiederanno a tutto il comparto veterinario di innovare i tradizionali modelli di relazione e di sviluppo. Una governance condivisa e consapevole potrà fare la differenza.

(fonte ANMVIOGGI)

Ultime News