Rifiuti: siglato accordo tra l’Associazione trasportatori Rifiuti farmaceutici e il Ministero dell’Ambiente

L’Associazione Trasportatori Rifiuti Farmaceutici ha sottoscritto con il Ministero dell’Ambiente un Accordo di Programma per la gestione dei resi/rifiuti ai fini del conferimento all’ Assinde nonché alla distruzione diretta in centri autorizzati.

Questo risultato è molto importante in quanto l’accesso all’Accordo, che sostanzialmente ripercorre quello già esistente in materia, è implicitamente e incondizionatamente esteso a tutte le farmacie senza l’imposizione dell’accettazione di nessun pacchetto di servizio o di altro condizionamento commerciale; l’accordo sottoscritto dall’Associazione è quindi un’alternativa alle altre soluzioni che si trovano sul mercato che tuttavia subordinano l’adesione all’accettazione di proposte squisitamente commerciali.

L’Accordo sottoscritto dall’Associazione è quindi una convenienza a disposizione delle farmacie.

I punti qualificanti del nuovo Accordo si possono evidenziare nei seguenti:

  • ottimizza la gestione dei rifiuti farmaceutici speciali pericolosi e non, altri prodotti vendibili in farmacia nonché sostanze chimiche per la produzione di medicamenti magistrali e affini. Inoltre sono trattati anche i rifiuti pericolosi a rischio infettivo derivanti da analisi eseguite in farmacia;
  • semplifica alcuni adempimenti degli operatori mantenendo intatta la sicurezza in tutte le fasi del processo di smaltimento;
  • definisce le casistiche nelle quali il farmaco diventa rifiuto;
  • impegna l’Associazione ad una strutturazione idonea ad assolvere i nuovi compiti assegnati, conformemente alle esigenze degli operatori e delle farmacie e nel rispetto della normativa in materia;
  • regola la riutilizzazione dei contenitori;
  • regola il trattamento di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche;
  • regola le operazioni di trattamento dei rifiuti sanitari pericolosi;
  • semplifica le procedure amministrative dei registri di carico e scarico e della trasmissione dei dati in via telematica;
  • incentiva i processi di tracciabilità dei rifiuti;
  • fissa tutte le modalità attuative dell’Accordo, compresa l’istituzione e l’operatività di un Comitato di Vigilanza e di Controllo.

Per quanto sopra detto l’Associazione è stata riconosciuta come idonea allo svolgimento di tutte le funzioni previste a fronte degli sgravi burocratici concessi alle farmacie.

Accordo di Programma ATRF-Ministero

 

 

Ultime News