Lettera di Roberto Rebasti, Presidente Ascofarve – Associazione Nazionale Distributori Medicinali Veterinari

Cari Associati,

a partire dall’8 marzo, ma per alcuni di noi anche prima, molte cose sono cambiate, e ci siamo trovati a fronteggiare una situazione che mai avremmo potuto immaginare. L’Italia sta passando una delle peggiori crisi sanitarie mondiali mai viste.

In questi giorni difficili per tutto il paese, le nostre aziende della distribuzione intermedia e i nostri punti vendita, lavorano senza sosta per garantire la salute e il benessere degli animali d’affezione e di quelli zootecnici, assicurando non soltanto la tutela della sanità pubblica in ottica ONE HEALTH, ma anche il corretto funzionamento della filiera agroalimentare, e la costante produzione di prodotti alimentari, che in questo momento ancor più del solito non possono mancare.

Noi siamo aziende che non chiudono mai! Accanto ai dipendenti più fortunati che possono lavorare in smart working, in prima linea ci sono loro, i farmacisti, e non solo dei farmacisti, ma farmacisti della veterinaria. Essi, con la loro elevata specializzazione nel campo animale, rappresentano di fatto, accanto al veterinario, un punto di riferimento imprescindibile per tutto il settore, dai cittadini proprietari di animali d’affezione, a tutti quei professionisti nel campo delle produzioni agroalimentari o della cura e della detenzione degli animali (veterinari, allevatori, gattili/canili, zoo etc), per la corretta dispensazione del farmaco veterinario specializzato, e di ogni altro prodotto utile alla loro salute e al loro benessere.

Accanto a loro i magazzinieri, i corrieri, e tutti i dipendenti e collaboratori a vario titolo che devono essere presenti fisicamente in azienda, e che continuano a lavorare con professionalità e dedizione perché la filiera del farmaco e dei prodotti per la salute animale non subisca interruzioni, affrontando con coraggio la paura e le difficoltà di tipo economico, logistiche e talora anche personali, quando colpiti da vicino dal contagio.

Con questa lettera voglio manifestare il mio orgoglio per lo sforzo che tutti noi della filiera della distribuzione del farmaco veterinario stiamo facendo per garantire un servizio di pubblica utilità per la collettività, ringraziandoli per il senso di sacrificio e di responsabilità dimostrata, ed esortando tutti noi a continuare così, senza dimenticare che in tal modo, a differenza di altri settori commerciali, noi abbiamo la fortuna di poter continuare a lavorare. Ascofarve è con voi! E tutti insieme ce la faremo!

Colgo l’occasione anche per ringraziare tutti gli altri soggetti del comparto veterinario, dalle imprese produttrici di medicinali veterinari e di mangimi, che continuano a garantire l’approvvigionamento degli stessi, fino agli utenti professionali finali, come i veterinari, che continuano a svolgere sul territorio con le tante difficoltà il loro ruolo, o come gli allevatori, che mantengono elevate le produzioni agroalimentari indispensabili per il rifornimento delle attività alimentari.

Per ultimo, ma non meno importante, ribadisco lo sforzo dell’intera supply chain, umana e veterinaria, che lavora in sinergia per dare il suo indispensabile contributo per uscire fuori dalla crisi, e che continuerà a lavorare in sinergia anche dopo l’emergenza, per risollevare la nostra amata Italia (vedi comunicato stampa congiunto).

 

Il vostro Presidente

Roberto Rebasti

Ultime News