Linee guida sorveglianza e gestione animali da compagnia in relazione al Covid19

Le “Linee guida per la gestione di animali da compagnia sospetti di infezione dal SARS-CoV2″– diffuse oggi dal Ministero della Salute – hanno l’obiettivo di raccogliere “dati reali” sulla situazione del Paese e di affrontare la gestione di animali in famiglie interessate dall’infezione da COVID-19, ed anche di impedire pregiudizi e speculazioni.

Il Ministero della Salute applica l’approccio one health raccomandato dall’OIE:  testare gli animali da compagnia solo dopo una valutazione del rischio mirata e delle risorse disponibili. Le linee guida diffuse oggi dalla Direzione generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari (DGSAF) sono state accompagnate da una nota del DG Silvio Borrello che ne spiega il significato e l’obiettivo.

Il Direttore Generale ribadisce che non ci sono evidenze scientifiche per sostenere che gli animali possano rappresentare un rischio di trasmissione all’uomo del virus SARS-CoV-2. La via principale di trasmissione è infatti il contagio interumano.  Tuttavia, il Ministero della Salute italiano si attiene alle raccomandazioni dell’OIE (Organizzazione Mondiale per la Sanità Animale) circa l’effettuazione di una “valutazione del rischio mirata a decidere –  sotto il profilo epidemiologico e qualora le risorse siano disponibili – se testare un animale da compagnia che ha avuto contatti stretti con una persona/proprietario infetto da Covid-19″.

“Le indicazioni e i chiarimenti contenuti nelle Linee-guida hanno, anche, lo scopo d’impedire possibili congetture, pregiudizi e speculazioni che porterebbero ad una immotivata zoofobia”– scrive Silvio Borrello, Direttore Generale della Sanità Animale.

L’obiettivo è anche quello di prevenire  fenomeni di abbandono degli animali d’affezione con conseguente aumento del randagismo.
Il documento, trasmesso oggi ai Servizi Veterinari e alle organizzazioni veterinarie, è stato valutato dal Comitato Tecnico della Protezione Civile il 15 aprile. Ad elaborarlo è stato un Gruppo di lavoro tecnico-scientifico coordinato dalla Direzione generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari.

(fonte Anmvioggi)

 

NOTA_DGSAF_9224 del 17 aprile 2020 – linee guida gestione pet sospetti covid

LINEE_GUIDA_COVID_PET

Ultime News