Controlli NAS sui farmaci

I Carabinieri del NAS di Catania, a seguito di un sequestro di farmaci veterinari eseguito in un’azienda agricola ubicata nel circondario del capoluogo etneo, hanno approfondito alcuni indizi emersi durante l’attività ispettiva che li hanno condotti a sospettare di un veterinario, libero professionista, già conosciuto dalla Forze dell’ordine. Una perquisizione presso l’abitazione privata del professionista ha fatto scoprire la realizzazione di un ambulatorio veterinario abusivo, attrezzato anche con sala operatoria per piccoli interventi chirurgici per animali da compagnia. Sono state rinvenute, inoltre, numerose specialità medicinali riconducibili ad una attività di vendita illecita di specialità farmaceutiche sottobanco ad allevatori di bestiame. I militari del Nucleo hanno quindi immediatamente sottoposto a sequestro l’intero ambulatorio, nonché 514 confezioni di farmaci e anestetici, in parte scaduti di validità. Il valore della struttura in sequestro ammonta a circa 100mila euro, mentre quello dei farmaci sottratti all’utilizzo, è pari a 5mila euro.

Il NAS di Caserta, nell’ambito di una paziente attività di indagine, ha deferito alla Procura Regionale della Corte dei Conti di Napoli ben 27 persone, ritenute responsabili, a vario titolo, di danno erariale a seguito della spedizione di false ricette mediche per l’acquisizione di farmaci e l’esecuzione di esami clinici, intestate a pazienti deceduti, inesistenti o ignari.

I Carabinieri hanno quantificato che il danno subito dall’ASL di Caserta per la condotta illecita di cui sopra è superiore al milione di euro.

(fonte MinisterodellaSalute)

Ultime News