La FAO lancia una call per diventare un Centro di Referenza per Coronavirus Zoonotici

La FAO si dota di nuovi Centri di Riferimento sui coronavirus zoonotici e sui virus emergenti con potenziale zoonotico.

La FAO ha lanciato una call for interest internazionale alla ricerca di istituzioni nazionali o regionali interessate a diventare FAO Reference Centre for Zoonotic Coronaviruses. La creazione di questo nuovo Centro rientra nella mission generale dell’Organizzazione: dare supporto tecnico-scientifico indipendente ai Paesi aderenti. Nel caso specifico, l’obiettivo è specificamente rivolto alla prevenzione e al controllo delle principali malattie degli animali, in particolare ai coronavirus zoonotici e ai virus emergenti con potenziale zoonotico.

Le istituzioni che aspirano ad essere designate dalla FAO come Centri di Riferimento per Coronavirus Zoonotici hanno tempo fino al 15 Ottobre per candidarsi. La designazione sarà a cura del Direttore Generale. Possono aspirare alla designazione le istituzioni che hanno già collaborato con una o più unità tecniche della FAO, impegnandosi attivamente nei settori di competenza dell’Organizzazione e nell’attuazione del suo programma in campo scientifico, tecnico e politico. Inoltre, i centri di riferimento che la FAO designa come propri sono centri di eccellenza rinomati per competenza scientifica e tecnica e per la dotazione di servizi diagnostici, laboratori e capacitaà di formazione sul campo.

Animal-Human-Environment interface–  La relazione animale-uomo-ambiente richiede valutazioni e risposte per le ricadute sui mezzi di produzione e di sussistenza delle persone, sulla salute pubblica veterinaria e sulla sicurezza sul lavoro, sul commercio alimentare globale, sui mercati, sulle catene di approvvigionamento alimentare e sulla salute degli animali.
Le attività dei nuovi Centri FAO dovranno occuparsi di coronavirus zoonotici lungo quattro filoni di studio e ricerca:
1. Valutazione e gestione del rischio dei coronavirus zoonotici, inclusi studi sullla caratterizzazione del virus, patogenicità e trasmissione
2. Supporto ai Paesi nello sviluppo e convalida dei test diagnostici, sviluppo di vaccini e reagenti biologici e diagnostici
3. Analisi delle informazioni epidemiologiche a supporto dell’analisi del rischio e della gestione del rischio
4. Monitoraggio del coronavirus zoonotico, con particolare riguardo allo spillover dalla fauna selvatica agli animali domestici.

CALL FOR INTEREST
On designation as FAO Reference Centre for Zoonotic Coronaviruses

Ultime News