Relazione 2019 – controlli alimenti di origine animale

Pubblicati risultati delle attività di vigilanza e di controllo degli alimenti e delle bevande in Italia. Dettaglio sugli alimenti di origine animale.

Gli alimenti di origine animale rappresentano la maggioranza degli alimenti oggetto dei controlli (il 41% del totale che comprende vegetali, bevande e imballaggi) delle autorità competenti. L’ultima relazione annuale Vigilanza e controllo degli alimenti e delle bevande in Italia (Anno 2019) pubblicata dal Ministero della Salute prende in considerazione carni, pesce, latte, uova e i prodotti derivati.  Le non conformità più numerose riguardano i comparti maggiori: le carni e il pesce, seguite da latte e derivati, da uova e ovoprodotti. Di ciascun comparto, la relazione dettaglia i risultati delle attività svolte.

Il controllo ufficiale degli alimenti e delle bevande ha la finalità di verificare la conformità dei prodotti alle disposizioni dirette a prevenire i rischi per la salute pubblica, a proteggere gli interessi dei consumatori ed assicurare la lealtà delle transizioni. Il controllo riguarda sia i prodotti italiani, o di altra provenienza, destinati ad essere commercializzati sul territorio nazionale, che quelli destinati ad essere spediti in un altro Stato dell’Unione europea oppure esportati in uno Stato terzo.

Nel complesso, il sistema di controlli ufficiali effettuati riferiti a tutte le fasi della produzione, trasformazione e distribuzione, sono risultati adeguati ai fini del conseguimento degli obiettivi di cui al Reg. (CE) 882/2004 ed all’art. 17 del Reg. (CE) 178/2002. Sulla base delle relazioni annuali e della valutazione dei rischi, le Autorità sanitarie possono aumentare o diminuire la frequenza dei controlli,  a seconda del numero delle criticità che sono state evidenziate.

(fonte ANMVIOGGI)

Ultime News