Parere EFSA su AMR

La Commissione europea ha pubblicato oggi la sua sesta relazione sullo stato di avanzamento dell’attuazione del piano d’azione europeo One Health contro la resistenza antimicrobica (AMR).

Negli ultimi sei mesi, la Commissione Europea registra progressi nel contrasto all’antimicrobico resistenza. A livello unionale, il quadro d’insieme pubblicato oggi, mostra gli strumenti e la tempistica di implementazione nel periodo 2017-2022.

Accanto alla road map delle norme in via di adozione, la Commissione aggiorna su nuove iniziative aggiunte in corso d’opera. Su richiesta della Commissione d’Inchiesta sulla protezione degli animali al trasporto (Commissione ANIT) del Parlamento Europeo, l’EFSA produrrà un parere scientifico sulla trasmissione della resistenza antimicrobica (con collegamenti al benessere degli animali) e degli agenti zoonotici durante il trasporto degli animali.

Il Parlamento Europeo ha chiesto che il parere sia reso dagli esperti di EFSA entro il prossimo mese di ottobre.

L’anno in corso è caratterizzato dal completamento degli atti delegati derivanti dai regolamenti europei sui medicinali veterinari e sui mangimi medicati. In particolare:
– l’adozione di un elenco di antimicrobici riservati all’uomo
– di un elenco di antimicrobici che non possono essere utilizzati nemmeno in deroga (“uso a cascata”)
– la definizione dei limiti per i residui di antimicrobici nei mangimi
– la revisione dei  metodi per la raccolta e la comunicazione dei dati sulla vendita e l’uso di antimicrobici
– le regole sugli antimicrobici applicabili ai prodotti animali importati da Paesi Terzi

La legislazione terziaria  sui medicinali veterinari e sui mangimi medicati sosterrà l’obiettivo- fissato nella strategia  Farm to Fork- di ridurre le vendite complessive dell’UE di antimicrobici per animali da allevamento e in acquacoltura del 50% entro il 2030.

La prossima relazione sui progressi dell’Unione Europea nel contrasto all’antimicrobico-resistenza sarà pubblicata alla fine dell’anno.

Ultime News